La mia ripresa

imagesAMZGKL1S

Finalmente inizio a riprendermi il mio tempo! Sono felice di essere mamma e inevitabilmente mi sono ritrovata come tante di voi… a non avere più tempo per fare NIENTE.
Mi riferisco al tempo per andare dall’estetista, a fare la spesa senza il tuo bimbo che urla per le corsie del supermercato, andare dal parrucchiere a leggere spensierati giornali di gossip che solo li puoi leggere, per fare una doccia e sentire l’acqua che scende giù per la schiena o, semplicemente, andare in bagno a fare pipi.
Queste cose a me sembravano, quando me le raccontavano, bugie vere e proprie, poiché non pensavo potesse capitare anche a me; invece eccomi qua a raccontarvelo con il sorriso, incurante del periodo faticoso che tutte le mamme passano perché non c’è cosa più bella che avere un figlio e vivere la tua vita con lui e il suo papà.

Continua a leggere

La passione mi porta ovunque…

SLIDE-OTRO

Il mio lavoro è la mia più grande passione, gli dedico tanto tempo e cerco di fare al meglio tutto ciò che mi capita. Una cosa che mi appassiona molto è la consulenza nutrizionale, mi piace personalizzare e riordinare l’alimentazione delle donne che seguo e faccio in modo che ogni programma alimentare rientri nelle esigenze di chi me lo richiede.

Continua a leggere

Esercizi per la Cellulite…esistono?

Image

Per tanto tempo, quando facevo l’istruttrice di fitness, ho pensato di creare dei protocolli di allenamento per diminuire la ritenzione idrica o cellulite al primo stadio, alle donne che riempivano le mie classi.

Oggi dopo tanti studi, convegni, stage e corsi ho capito che il problema, a volte, era proprio nell’attività fisica; fare lezioni ad alto impatto in sala aerobica con musiche sfrenate a bpm altissimi e, ripetizioni che rasentano l’impossibilità di concluderle, aumenta la possibilità di stimolare la ritenzione idrica.
Gli allenamenti ideali sono quelli di forza in cui ci sono poche ripetizioni, tutto ciò che riguarda lo stretching, lo yoga e, per assurdo la ginnastica postulare e dolce che si basano sulla respirazione; l’ideale sarebbe anche un circuito con blocchi di esercizi con poche ripetizioni ciascuno, alternando gruppi muscolari lontani fra di loro e, alla fine un bel recupero di due-tre minuti (se volete saperne di più scrivetemi).

Continua a leggere