La stanchezza che non ci abbandona

Buongiorno a tutte!!!!! Oggi è il mio giorno “libero” in cui posso dedicarmi al blog e al lavoro da casa come consulente nutrizionale, è il giorno dedicato a computer, scrivania con sopra una bella tisana ai frutti di bosco con un leggero sottofondo musicale che mi accompagna. Adoro queste giornate anche se il lavoro da fare è tanto e la concentrazione sempre alta ma, quando ti piace ciò che fai, niente ti ferma e tutto scorre senza che te ne accorgi fino alla stanchezza serale che ti ricorda le tante ore passate a lavorare… ecco perché il giorno “libero” è tra le virgolette:-)

Oggi voglio condividere con voi quello che sento dire dalla maggior parte delle donne che seguo; si parla di stanchezza perenne sempre pronta a farti sbadigliare in ufficio, in palestra, al parco o in qualsiasi posto vi troviate, vi è capitato mai? A me tante volte e, spesso era associata ad un pasto troppo carico di zuccheri o, semplicemente ad una notte passata insonne per varie motivazioni:-)

Voglio affrontare quella legata al pasto ricco e, devo parlare dell’influenza dell’insulina che quando mangiamo troppi carboidrati, entra in circolo regalandoci queste sensazioni; diventerà difficile occuparsi di un lavoro intellettivo, ci porterà ad una fame continua e ci può anche rendere nervose con emicranie continue… tutto questo può fare un pasto eccessivo? Si e no, nel senso che, è vero che sarà colpa del pasto troppo abbondante ma, è anche vero, che la colpa sarà della qualità di quel pasto.
Avete mai mangiato del semplice riso in bianco basmati con un goccio di olio? Cosa è successo dopo?  La fame dopo un’ora tornerà più forte di prima, e non perché era troppo poco ma, il motivo è che l’insulina avrò il picco per colpa degli zuccheri assunti con quel po’ di riso basmati.
Proprio così, è meglio mangiare un piccolo pasto completo che poco e con cibi ad alto valore glicemico; il cervello per essere attivo chiede zuccheri ma non solo quelli e, se lo carichiamo con questi cibi, lui ce ne chiederà sempre di più.
Anche nell’altro post vi ho parlato della fame compulsiva da controllare con la qualità dei cibi e oggi vi inserisco nel articolo, la tabella degli indici glicemici in cui potete vedere il valore corrispondente del alimento e, provare a scegliere solo gli alimenti con un basso o medio indice glicemico.
Provando questa cosa vedrete come cambierà il vostro umore e quanta energia regalerete al vostro bellissimo corpo:-) oltre ad una splendida forma fisica!!!

 

tabella-indice-glicemico-alimenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...